Breve storia della moderna cioccolata

Breve storia della moderna cioccolata

brevi cenni sullo sviluppo della produzione della cioccolata

5 febbraio 2015 / Parlano di noi

breve storia del cioccolato moderno

 

Prima di 1928, quando Casparus Van Houten inventò la pressa idraulica per il  cacao, il cioccolato liquido conteneva oltre il 50% di grassi, ed era molto difficile da digerire.

La nuova pressa consentiva di separare il burro di cacao dal liquore di cacao e permetteva di  produrre cacao magro in polvere, da quel momento  è stato possibile fare le barrette di cioccolato che conosciamo oggi.

Il marchio Van Houten ,di proprietà del produttore di cioccolato Barry Callebaut, è ancora usato, soprattutto per la produzione di polvere di cacao.

Fry's , società inglese di Bristol, nel 1847 è probabilmente la prima industria ad aver prodotto le prime barrette di cioccolato.

Lo svizzero Daniel Peter, ispirato dal suo amico Henri Nestlé, la cui fabbrica produceva  farina lattea per i bambini, ha cercato per primo  di mescolare pasta di cacao e latte; dopo molti tentativi infruttuosi ha inventato il cioccolato al latte nel 1875 e chiamato il suo prodotto Gala Peter. Il primo  cioccolato bianco è stato prodotto dalla società svizzera Nestlé nel  1930, si chiamava Galak.

I cioccolatini di marca Gala Peter sono stati prodotti in stabilimenti Nestlé in tutto il mondo, ma la loro produzione  è stata interrotta nel 1980.

Lo svizzero  Rodolphe Lindt inventò il processo di concaggio nel 1879,  questo procedimento  permette di produrre cioccolato di qualità, che si scioglie sulla lingua.

La fabbrica di cioccolato Séchaud Fils di  Montreaux in Svizzera ha prodotto per prima la  cioccolata ripiena chiamata Cremor a partire dal 1913.

Parlato