Firenze La congiura dei Pazzi

Firenze La congiura dei Pazzi

Storia della Toscana

9 maggio 2016 / Turismo e accoglienza

La Congiura dei Pazzi,

 

Il tentativo senza successo di rovesciare i governanti Medici di Firenze; il più drammatico atto  di tutta l'opposizione politica alla famiglia dei Medici. La cospirazione è stata guidata dalla rivale famiglia dei Pazzi di Firenze.

 

In combutta con il Pazzi erano Papa Sisto IV e suo nipote Girolamo Riario, per contrastare  gli sforzi di Lorenzo de 'Medici per impedire  il consolidamento del dominio pontificio sulla Romagna, una regione nel centro-nord Italia, e anche l'arcivescovo di Pisa, Francesco Salviati , che Lorenzo aveva rifiutato di riconoscere. Un tentativo di assassinio dei fratelli Medici è stato fatto durante la messa nella cattedrale di Firenze, il 26 aprile, 1478. Giuliano de 'Medici è stato ucciso da Francesco Pazzi,  Lorenzo fu  in grado di difendersi  scappò solo leggermente ferito. Nel frattempo, altri cospiratori hanno cercato di ottenere il controllo del governo. Ma la gente di Firenze radunata dai Medici si oppose  i cospiratori furono  spietatamente perseguiti e molti (tra cui l'arcivescovo di Pisa) furono  stati uccisi sul posto.

 

Il fallimento della congiura ha portato direttamente a una guerra di due anni con il papato che fu quasi disastrosa per Firenze. Ma l'effetto più importante è stato quello di rafforzare il potere di Lorenzo, che non solo è stato liberato dei suoi nemici più pericolosi, ma ha anche dimostrato di avere il supporto solido della gente.

Parlato