la caduta dell'Impero Romano

la caduta dell'Impero Romano

A.D. 476 l'Impero Romano d'occidente nelle mani dei Barbari

16 febbraio 2015 / Turismo e accoglienza

 

La fine dell'impero romano

 

Tre volte , nel V secolo d.c. , l'Italia è invasa dai   barbari .

Alarico re dei Visigoti raggiunge Roma nel 410 ; Attila e gli Unni si fermano nel  nord d’Italia nel 452 ;

Genserico e Vandali raggiungono  Roma di nuovo , questa volta dall’ Africa , nel 455.

Ma il colpo decisivo per l'Impero Romano  arriva nel  476 .

I mercenari tedeschi costituiscono  in questo momento una parte importante di qualsiasi legione dell'esercito romano , e le legioni romane svolgono un ruolo decisivo nella nomina e nella caduta  degli imperatori . In un colpo di stato  nell’anno  476 i  mercenari  germani chiedono di potersi  stabilire in Italia , essi pretendono  che un terzo del patrimonio terriero debba essere dato  loro .

L'a pretesa  non è così irragionevole , i soldati romani in passato sono stati premiati con la terra , e alcune  tribù barbariche sono state accolte nei territori dell'impero , ma la domanda dei soldati germanici  viene respinta .

 Le tribù germaniche  eleggono come loro re Odoacre che li porta ad una rapida vittoria contro Roma , la sua intenzione non è quella di distruggere l'impero , egli  vuole essere solo parte di esso .

Odoacre  manda messaggeri  a  Zeno , imperatore di Costantinopoli , gli riconosce la sua autorità   ma chiede di poter governare l'Italia come re del suo popolo . Zeno accetta con riluttanza .

Il Senato di Roma accetta il fatto compiuto .

La nomina di Odoacre re d'Italia nel 476 viene giudicata dagli storici  come la fine dell'Impero Romano 

Parlato