Magliette uomo

Abbigliamento casual per uomo,

Lo  stile casual nasce in Inghilterra nei primi anni ’80, quando i giovani  andavano ancora in giro vestiti con la giacca,tutto questo inizia a scomparire e al suo posto nasce lo stile casual, per i “ragazzi” inizia una meticolosa ricerca di capi d’abbigliamento firmati, costosi e ricercati. Nascono in quasi ogni città vere e proprie bande di “casuals” che trovano nell’abbigliamento non convenzionale una diversa forma di omologazione al gruppo o al “branco”. La ricerca di un determinato vestiario diventa quasi maniacale, ci sono marche che diventano oggetto di culto per i giovani ragazzi di tutto il mondo . Questo cambiamento di abitudini costringe le grandi firme a incrementare e diversificare la produzione in modo da cavalcare il nuovo trend . Lo stile casual, come molte altre mode e sottoculture giovanili, dall’Inghilterra arriverà presto nel resto dell’Europa, modificando la moda e lo stile di molti giovani negli anni ’90 e 2000.

Oggi il termine casual ha cambiato significato, depoliticizzato e allontanatosi dall’ambiente sportivo, approda alle passerelle dove viene associato allo street style e all’easy chic.

Felpe, jeans e polo passano dall’essere “la prima cosa che ho trovato nell’armadio” all’essere acquisti studiati e ricercati.

Nascono e si affermano in tutto il mondo negozzi monomarca fondati da compagnie che diffondono prodotti con marchio unico  e negozi multimarca, , che propongono combinazioni di stili diversi con brand diversi  la cui caratteristica principale è l’anticonvenzionalità che si fa moda ed abbinata all’abito d’uso comune cancella dal mondo giovanile lo stile che per decenni aveva connotato l’abbigliamento delle generazioni precedenti. Il casual si afferma  così non solo come tendenza di moda, bensì come una scelta di costume, di vita.

La maglietta è un capo di abbigliamento di stoffa, senza bottoni e senza colletto, che ricopre il torso di chi la indossa e che può essere confezionata a maniche lunghe o a maniche corte, in tessuti  come il cotone, o in sintetico , mentre vi sono anche magliette mono o multi-colore.

Nonostante sia possibile riscontrare magliette con maniche di varia lunghezza, già nell'antichità abbiamo  esempi di indumenti simili a una maglietta. Essi si diffusero come indumenti intimi, o  come capi da lavoro, vista la comodità e la mancanza di colletto

I marinai  ne indossavano una variante molto vicina al modellomoderno , caratterizzata dalle tipiche righe orizzontali.

I tessuti  utilizzati per realizzare una maglietta sono diversi:la caratteristica principale  è lo spessore contenuto che discrimina la maglietta da altri capi d'abbigliamento. Generalmente si usa la maglina in filato di cotone, , più raramente le fibre sintetiche.