Borse

Borsa MYbox

Borsa MYbox

€ 79,00 € 70,00 -11,4%
Borsa donna 'Astrid' e foulard

Borsa donna 'Astrid' e foulard

€ 2475,00 € 2200,00 -11,1%
Borsa donna 'Margherita'

Borsa donna 'Margherita'

€ 2190,00 € 1970,00 -10,0%
Borsa donna 'Diana'

Borsa donna 'Diana'

€ 1140,00 € 1020,00 -10,5%

Borse di design Italiano,


L'uso di questo accessorio dell’abbigliamento si perde nella notte dei tempi

La borsa è  un accessorio accessorio borghese perchè i nobili un tempo non avevano bisogno di portare  alcunché in quanto erano circondati di servitori  ma è tuttavia un accessorio indispensabile per chi, come la donna non ha tasche e taschini.
Benché sembri  un'invenzione moderna  la borsa  è antica quanto l’uomo. La  borsa risale addirittura alla preistoria,  quando l'uomo non non era capace di usare i tessuti  e doveva adoperare le pelli degli animali per confezionarsi gli abiti e costruirsi strumenti per trasportare le poche stoviglie.

L'uomo preistorico accartocciò una "pelle" e ne ottenne una "borsa".

Un'idea che si rivelò vincente quella della borsa, che servì  quando fu inventato il denaro che dispensò dall'obbligo di trasportare le merci per i baratti.
Quando il denaro cominciarono a diffondersi le borse. Ai tempi dei latini e nel medio evo i  principali tipi di borse erano:
La zona, che era una borsa da portare allacciata alla cintura;

la crumena che si portava  a tracolla;

la manticula da portare in mano.

Furono le donne a usare  la borsa come  simbolo di eleganza. E così nacque la borsetta, indispensabile  accessorio dell'abito  femminile.

 Già nell’antichità  c'erano borsette preziose; il poeta Marziale scriveva : «Quando sarò passata di moda non buttarmi via, …..».
In tutte le città antiche c'era la zona  dei borsai, che attesta  la attività di questi artigiani. Si hanno notizie di artigiani  famosi a Venezia, Pistoia, Siena, Pisa,. Nei periodi più bui della storia  vennero emanati un'infinità di editti, contro il lusso, dove le borse risultano quasi sempre  elencate fra le cose proibite: borsette costosissime, con ori, argenti, gemme e smalti, ovviamente riservate a signore d'alto rango non potevano essere mostrate in pubblico .

Nell'educazione femminile antica era molto importante il saper vestire con eleganza.La situazione rimase più o meno questa fino all'Ottocento, quando le classi sociali vengono rivoluzionate e comincia ad affermarsi la borghesia. La donna finalmente aquisisce uno staus sociale  proprio , esce da sola anche  in pubblico. È da questo momento che la borsa diventa per lei un accessorio indispensabile; che la donna  stessa ama indossare  e mostrare  come il simbolo della  sua emancipazione.
Certo non sono le prezziose borsette delle dame del passato,ma sono eleganti e belle.

Delle borse abbiamo una documentazione considerevole costituita dalle immagini dei rotocalchi .
La borsa non è più solo un simbolo di ricchezza o un attrezzo da trasporto ma un oggetto di moda come indiscutibile elemento estetico.